CARNEVALE E MASCHERE

Diceva Oscar Wilde che spesso la maschera ci dice più di un volto. Racconta agli altri chi siamo o chi vorremmo essere, svela la nostra personalità più vera, ci concede una nuova identità temporanea. Una fuga dal quotidiano per osare e svelare quello che non abbiamo il coraggio di dire nemmeno a noi stessi.

E se all’origine, al tempo dei Saturnali della tradizione pagana, il travestimento era un gioco dove per una volta i ruoli si invertivano, permettendo al povero di tramutarsi in ricco e viceversa, oggi la maschera diventa quasi un mezzo di comunicazione tra noi e gli altri.

Lo sanno bene gli amanti del “cosplay”, parola che nasce dall’unione di costume e play (gioco). Una pratica in voga in tutto il mondo che appassiona migliaia di persone non solo giovani che si travestono da personaggi fantastici, si confezionano i costumi e partecipano a eventi e sfilate. Una moderna forma di travestimento, in alcuni casi addirittura uno stile di vita.