SCONTI BLACK FRIDAY


Non ci bastava importare Halloween con tutti i suoi fantasmi e streghette; dagli States è arrivato anche il Black Friday. Ma che vorrà dire? Cosa si nasconde dietro questa strana espressione? Pochi lo sanno, ma che importa. Quello che davvero conta è non lasciarsi scappare le offerte e le promozioni lanciate nel “venerdì nero”: il terzo di novembre, il giorno dopo la Festa del Ringraziamento che negli Stati Uniti segna l’inizio dello shopping natalizio. Un giorno particolarmente importante per le vendite, al punto tale da essere diventato un indicatore rilevante sulla capacità di spesa degli americani seguito con attenzione da chi opera nel mondo della finanza.

Ma perché nero? Le teorie sono tante. C’è chi lo giustifica con la contabilità che una volta si teneva a mano segnando in rosso i conti in perdita e in nero le cifre in attivo; altri lo fanno risalire al caos causato dal traffico automobilistico di chi si muove alla ricerca dell’affare e pare che proprio questa sia l’origine più accreditata. L’espressione pare sia stata usata per la prima volta a Filadelfia dove nel terzo venerdì di novembre si svolse  la tradizionale partita di football "Army vs Navy", cioè Esercito contro Marina. Un evento sportivo che attirò in città migliaia di tifosi che crearono gravi difficoltà al traffico al punto da definire la giornata appunto il "venerdì nero". C’è anche chi dice si chiami così perché molti non si presentavano al lavoro prendendosi un giorno di vacanza tra il giovedì del Ringraziamento e il week end creando non pochi problemi agli imprenditori.